Aumentano gli inquilini che non pagano le spese condominiali

feb - 11 | pianetaimmobiliare | No comments. | Annunci, Notizie

A causa della crisi eco­nom­ica che sta colpendo il nos­tro paese, sono in aumento le famiglie che non riescono a far fronte ai paga­menti delle spese con­do­miniali, facendo reg­is­trare un aumento del 10% tra i morosi.

Attual­mente, per far fronte ai paga­menti delle spese, nei con­do­mini esiste un “fondo cassa inso­luti”, ma in caso la morosità sia troppo pro­l­un­gata nel tempo, l’amministratore del con­do­minio può chiedere un decreto ingiun­tivo, che forza l’inquilino moroso a sal­dare i conti

A causa della crisi eco­nom­ica che sta colpendo il nos­tro paese, sono in aumento le famiglie che non riescono a far fronte ai paga­menti delle spese con­do­miniali, facendo reg­is­trare un aumento del 10% tra i morosi.

Attual­mente, per far fronte ai paga­menti delle spese, nei con­do­mini esiste un “fondo cassa inso­luti”, ma in caso la morosità sia troppo pro­l­un­gata nel tempo, l’amministratore del con­do­minio può chiedere un decreto ingiun­tivo, che forza l’inquilino moroso a sal­dare i conti  entro 90 giorni.

Con la riforma dei con­do­mini che è in fase di dis­cus­sione in questi giorni al Sen­ato però le cose potreb­bero cam­biare, dal momento che l’amministratore del con­do­minio risul­terebbe respon­s­abile dei man­cati paga­menti ai for­n­i­tori delle opere di ristrut­turazione e manuten­zione del condominio.

Una prima con­seguenza di tutto questo è che in molti casi i lavori stra­or­di­nari ven­gono riman­dati, anche se riguardano infil­trazioni o la sicurezza dei condomini.

Sec­ondo Mario Pasta dell’Associazione Pro­pri­etaria Utenti, una pos­si­bile soluzione al prob­lema potrebbe essere l’istituzione di un fondo di emer­genza nazionale, men­tre sec­ondo Ste­fano Chi­ap­pelli del Sunia è oppor­tuno aumentare la disponi­bil­ità di immo­bili con canoni di locazione sostenibili.

Fonte: Corriere della Sera

Comments are closed.